Palinsesti, grandi manovre. Vincitori e vinti

Marco Giallini è Schiavone
Tempi di pagelle stagionali e nuovi palinsesti per le reti della tv generalista. Raiuno può esultare per i numerosi successi delle fiction trasmesse, a dimostrazione che non c'è solo Montalbano a fare il pieno di ascolti. Per gli show di Carlo Conti che sono sempre una garanzia di successo di pubblico. Così come i programmi firmati da Piero e Alberto Angela. Ma anche per il consolidamento di format tradizionali come Unomattina (giornaliero e del weekend), Storie Vere con Eleonora Daniele, il Porta a Porta di Bruno Vespa, l'Eredità di Frizzi, i Soliti ignoti di Amadeus e L'Arena di Massimo Giletti. Segnali positivi anche per Tempo & Denaro con Elisa Isoardi e Petrolio con Duilio Giammaria che stanno crescendo in share. Bene anche il dopo fiction di Frassica e Insinna.

Qualche preoccupazione in più la danno La Prova del cuoco, Torto o Ragione?, la Vita in diretta, la fascia del sabato pomeriggio e quella del sabato sera. Ma in tutti questi casi non va dimenticato che la concorrenza di Canale 5 è spietata. A mezzogiorno Forum con una super Barbara Palombelli, tutti i pomeriggi Beautiful, Uomini e Donne, le soap e Barbara d'Urso. Al sabato Verissimo con Silvia Toffanin e in serata Maria De Filippi.

Si può parlare invece di stagione negativa per Affari tuoi, un programma che sembra aver perso molto di quell'appeal con il pubblico che aveva in passato. Certo non è facile battersi con Striscia, che resta uno dei programmi tv fatti meglio e più visti, tuttavia contro il tiggì satirico Soliti Ignoti e anche Techetechetè se la cavano meglio di Flavio Insinna. Caso a parte la Domenica In di Pippo Baudo. Il cartello lavori in corso è d'obbligo.

Canale 5 ha il problema della prima serata. Le fiction hanno deluso le attese. Meglio l'intrattenimento e gli appuntamenti con i reality Gf e L'Isola. In seconda serata buoni risultati da Costanzo e da Chiambretti. Anche il Matrix di Nicola Porro è un buon prodotto. C'è qualcosa da rivedere nella formula di Mattino 5.    

Raidue ha centrato la stagione. Vanno fatti i complimenti al direttore Ilaria Dallatana che ha saputo accattivarsi il pubblico con tutta una serie di format riusciti a far lievitare lo share. Tante le medaglie al collo. Oltre alle serie con i poliziotti Schiavone e Cagliostro, ci sono gli show di Mika e Virginia Raffaele, Stasera tutto è possibile con Amadeus, il Collegio, Pechino Express, Detto Fatto. Anche programmi che hanno avuto una falsa partenza come Nemo e Night Tabloid si sono ripresi. Ottimo l'impatto per la trasmissione Mai più bullismo con la Iena Pablo Trincia. Un esperimento che merita la conferma anche nella prossima stagione, così come Sbandati con Gigi e Ross, Costantino della Gherardesca, Velia Lalli, Filippo Giardina e i panelist. I risultati sarebbero stati migliori se non ci fossero stati tutti quei cambiamenti schizofrenici nel palinsesto. Anche Rai Dire Niùs sta andando bene. Per la prossima stagione bisognerà trovare un nuovo conduttore per Quelli che il calcio, visto che Nicola Savino se n'è andato a Mediaset e forse occorrerà rivedere qualcosa nella formula di Made in Sud che non ha raccolto quanto preventivato. Nel caso di Furore probabilmente sarebbe stato meglio lasciarlo ancora in soffitta. A mezzogiorno tengono banco le gaffe di Magalli.

Qualche flop di troppo hanno caratterizzato la stagione di Raitre. Al talk del martedì forse converrebbe rinunciarci, visto che l'antagonista Floris non ha asfaltato solo Politics (che chiudeva alle 22:45) ma anche Cartabianca che arriva a mezzanotte ma non va meglio del programma di Semprini, soprattutto se si fa la media share alle 22:45.  Non sono decollati neanche gli ascolti di Fuori Roma con Concita De Gregorio e della serie Gomorra. Non è stata una buona idea nemmeno sostituire Barbara De Rossi con Asia Argento ad Amore Criminale. Ottimi risultati invece per Fazio alla domenica, per Chi l'ha Visto? anche al mattino, per Geo al pomeriggio, per Cartabianca nel preserale, per Gazebo, per Agorà e Mi Manda Raitre al mattino (anche se va detto che Salvo Sottile in prima serata è andato meglio di Semprini e Berlinguer). La soap Un posto al Sole viaggia alla grande, così come Linea Notte di Maurizio Mannoni e il Caro Marziano di Pif. E tutto sommato anche Report - polemiche a parte - ha superato l'esame del dopo Gabanelli.

A Italia 1 le Iene si confermano super. Nella prossima stagione arriva pure Savino. Ottimo l'esperimento di GoggleBox. Buono  l'intrattenimento di Bring the noise e gli Emigratis di Pio e Amedeo. Mentre Tiki Taka striscia giornaliera non ha sfondato. Al contrario del settimanale che va più che bene.

La7 e Retequattro devono stare attente. Perché la loro prima serata rischia di fare meno ascolti di Tv8 e Nove, nonché dei canali tematici che vanno più forte come Iris, Rai4 (una delle reti che più piace ai giovani) e RaiMovie. La7 va forte al mattino, in access prime time con Lilli Gruber e in prima serata con i talk (meglio di quelli della Rai) ma poi è calo di ascolti con gli altri programmi. Hanno deluso il talent Eccezionale veramente, il programma di Luca Telese e Atlantide (anche se fatto benissimo). Rete4 meriterebbe qualche investimento in più nel budget. Il fiore all'occhiello se lo contendono Quinta Colonna e Quarto Grado, se non altro tengono botta. Lady Rete4 è sempre la Signora in Giallo, inossidabile quasi quanto Don Camillo e Peppone.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 20 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:32
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti