Lino Banfi sotto accusa: «Nonno Libero ha svenduto la sua immagine per sponsorizzare Energas»

Punta il dito contro Lino Banfi il sindaco di Manfredonia (Foggia), Angelo Riccardi (Pd) che su Facebook pubblica una foto dell'attore pugliese in cima a una lunga didascalia in cui si accusa «nonno Libero» di aver «svenduto la sua immagine per sponsorizzare Energas, un'azienda che ha intenzione di costruire il più grande deposito costiero di gpl d'Europa nella sua amata Puglia, precisamente a Manfredonia».



A quanto si legge nel post del primo cittadino, infatti, lo spot dovrebbe andare in onda da domani, 16 ottobre, fino al 12 novembre, e cioè «un giorno prima del referendum che il Comune di Manfredonia ha indetto per chiedere ai propri cittadini se sono d'accordo o meno con l'impianto». «Energas - si legge ancora nella didascalia alla foto di Banfi - sta sfruttando delle reti nazionali e un volto familiare solamente per distogliere l'attenzione di circa 60mila abitanti sulla pericolosità dell'impianto».

«Ogni volta che sentite Lino Banfi ostentare le sue origini pugliesi - si legge infine - fatevi una risata anche per noi». Al post di Riccardi, che lancia l'hastag #noenergas, commentano in tanti. Alcuni accusano Banfi di essere «l'ambasciatore di Puglia tanto al chilo», altri dicono che ormai di «pugliese ha solo l'accento!!!».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 15 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 16-10-2016 17:39