Un'app salentina conquista Facebook

Un'app salentina conquista Facebook
Mark Zuckerberg li ha scelti, tra cento startup su tutto il territorio italiano, perché la loro intuizione è stata geniale e consentirà di accrescere l’offerta del social network più amato dal popolo del web. Pugliesi, giovanissimi, l’amore per la musica in comune e la voglia di volare sempre più lontano, tanto da scalare in breve le vette di una sfida che ha il sapore solo di inizio. E che inizio.

Si chiama Karaoke One una delle cinque startup scelte da Facebook per partecipare al suo programma di accelerazione e supporto FBStart e nasce dal genio di Antonio Vecchio, 29enne laureando in Ingegneria informatica di Francavilla Fontana, e di altri quattro colleghi d’avventura: la fidanzata Chiara Parato, 27enne di Salice Salentino che ha scelto Ingegneria industriale, e il fratello Giovanni Parato, di 25 anni, che dopo gli studi di Giurisprudenza ha dato fiato al suo estro creativo; Marco Grasso, 40enne anch’egli di Salice, ingegnere informatico e direttore d’orchestra, e Domenico Rosito, 28 anni di Bari, che come gli altri due colleghi ha puntato sull’informatica.

Non soddisfatti delle attuali app di karaoke, i fantastici cinque hanno deciso di crearne una tutta nuova e oggi Karaoke One è la prima app dedicata presente nello store di Microsoft e disponibile per pc, tablet e smartphone, con l’obiettivo di diventare un vero e proprio social network.

FbStart, trampolino di lancio del team pugliese, è un programma che offre alle startup strumenti gratuiti per un valore di 80mila dollari e l’opportunità di chiedere sostegno a manager, ingegneri e partner di Facebook. In meno di due anni dalla sua nascita, ha già distribuito 100 milioni di dollari e sostenuto 7.200 startup in tutto il mondo.
Con Karaoke One si possono registrare le proprie doti canore e condividerle su Facebook. Le versioni per Android e iOS saranno presto disponibili. E sarà inoltre disponibile per lo Store di applicazioni della console di gioco Xbox One.
L’app è stata scaricata da oltre 280mila utenti e la startup pugliese ha già avuto l’opportunità di partecipare al prestigioso programma di accelerazione di Luiss EnLabs a Roma.

L’avventura è nata pochi anni fa, tra rete e voli intercontinentali. «Ho incontrato Giovanni e Chiara all’università di Lecce - racconta Antonio Vecchio -, poi si è aggiunto Marco. A Milano invece ho incontrato Domenico, in occasione delle finali di una competizione internazionale di soluzioni tecnologiche e innovative».
Quindi la proposta: «L’idea di fare qualcosa di nostro è venuta in mente quando eravamo a Londra, circa un anno fa, ad un summit di tecnologia – spiega il team -. Siamo stati evangelisti di tecnolgia nelle università italiane e speaker in workshop internazionali. Le nostre conoscenze e la voglia di fare ci hanno permesso di dar vita ad un nostro sogno».

L’App si scarica gratuitamente. L’utente ha un catalogo di 160 brani, canta, registra e può condividere sui social. Per l’upgrade esiste la versione a pagamento, da 0,99 centesimi per tre giorni, fino a 19,89 per un anno. A maggio scorso, l’ingresso nel programma di accelerazione Luiss-Enlabs, poi l’opportunità del colosso di Zuckerberg. Il prossimo step sarà proprio quello: conoscere mister Facebook. Intanto, i pugliesi di Karaoke One, si accontentano di volare verso Miami, New York e San Francisco, la Silicon Valley li aspetta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 18 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 19:00