Gommone con 800 chili di droga fermato al largo di San Cataldo: arrestati 2 scafisti

Un gommone è stato fermato al largo di San Cataldo dalle vedette della Guardia di Finanza: a bordo oltre 8 quintali di droga. E' successo la scorsa notte. Due scafisti albanesi sono stati arrestati.
I trafficanti pensavano di passare inosservati e raggiungere indisturbati le coste salentine con il carico  di droga. Invece, i due trafficanti albanesi sono stati bloccati e arrestati  dalle Fiamme gialle a circa 23 miglia da San Cataldo.
 
 

L’intervento è avvenuto ieri sera, grazie al Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo, attivato dalle Autorità di Polizia albanese, che segnalava un natante sospetto che si dirigeva verso le coste italiane. Un elicottero della sezione aerea di Bari, ha intercettato il gommone, raggiunto dalle vedette del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Bari e dei pattugliatori del Gruppo aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto. I due scafisti hanno tentato una disperata fuga. Tutto inutile.

 


Il mezzo, lungo 8 metri e con motore fuoribordo da 250 cavalli, veniva abbordato a circa 11 miglia al largo di S. Cataldo di Lecce, condotto nel porto di Otranto e sequestrato: fermati i due soggetti, B.A., 38enne, e A.D., 36enne, entrambi di Valona, e arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti e posti a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Lo stupefacente, pari a 812 kg di marijuana confezionata in 45 colli, avrebbe fruttato al dettaglio almeno 8 milioni di euro all’organizzazione criminale.


 





 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 23 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 18:02