Rapinatori nella villa, terrore per una coppia

Rapinatori nella villa, terrore per una coppia
Momenti di terrore quelli vissuti da una coppia di professionisti casaranesi nella loro villa situata nelle vicinanze della collina della Madonna della Campana, alla periferia della città. Nella notte tra sabato e domenica scorsi, infatti, una banda composta da tre rapinatori, armati di pistola e con il volto coperto da passamontagna, è piombata nella villa, sequestrando i coniugi per più di mezzora e ferendo l'uomo con il calcio della pistola. A scopo intimidatorio uno dei malviventi ha anche esploso un colpo di pistola sul divano. Scarso e indeterminato il bottino della rapina. Sull'episodio indagano i carabinieri della Compagnia di Casarano.
La mezzanotte era passata da trenta minuti e i due professionisti stavano guardando la televisione, seduti sul divano del soggiorno della villa, quando si sono visti davanti i tre banditi armati di pistola che gli intimavano di "tirare fuori i soldi".
 
Uno dei rapinatori, senza preavviso, ha scagliato al padrone di casa un colpo alla testa con il calcio della pistola, ferendolo gravemente. Un attimo dopo, a scopo intimidatorio, ha sparato un colpo colpendo il divano dove erano seduti i due professionisti. Mentre uno dei malviventi teneva sotto sequestro la coppia sotto la minaccia dell'arma, gli altri due hanno cominciato a girare per la casa in cerca di soldi e altre cose di valore.
La ricerca, però, si è rivelata infruttuosa. Alla fine i banditi hanno portato via solo la valigetta dell'album di foto del matrimonio della coppia, senza l'album fotografico, con all'interno quelle poche cose di valore che sono riusciti a trovare. Prima di dileguarsi, la banda ha "sequestrato" i cellulari della coppia per impedire ai due di dare l'allarme. Dopo la drammatica rapina la signora, vedendo il marito a terra in una pozza di sangue, ha immediatamente dato l'allarme presso i vicini.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118 per soccorrere il padrone di casa. Trasportato al pronto soccorso dell'ospedale "Ferrari", l'uomo è stato medicato alla ferita al capo che è stata chiusa con otto punti di sutura. I tre rapinatori sarebbero penetrati in casa da un finestrino rimasto aperto, dopo aver scavalcato indisturbati la recinzione del giardino. La rapina della villa sulla collina si sarebbe svolta con le stesse modalità di un'altra avvenuta alcuni giorni fa in un'abitazione di un altro professionista nelle vicinanze dell'Inps. I carabinieri dovranno stabilire se queste due rapine siano state commesse dalla stessa banda.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 18 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 12:44