Arrivano le pagodine: sessanta parcheggi in meno fino alla Befana

Arrivano le pagodine: sessanta parcheggi in meno fino alla Befana
Fate largo, arrivano le pagodine di Natale. Con una settimana di anticipo i lavori sono già iniziati. Da domenica 4 dicembre infatti arriva in città la Fiera di Natale posizionata nella corsia interna di via Cavallotti. Già da ieri mattina, però i lavori di montaggio sono cominciati e sono comparsi i divieti di sosta su entrambi i lati della strada, divieto che sarà vigente fino al 9 gennaio.

L’aria di festa però decreta la perdita dei parcheggi - una sessantina - a ridosso del centro storico. Pochi, vero, ma che diventano tanti se si aggiungono a quelli che persi anche su piazza Libertini con la sistemazione dei gazebo degli ambulanti del mercato giornaliero.
 
Le pagodine, dunque. In tutto saranno 53 di 6 metri per 3, 38 da 3 metri per tre e cinque automarket per la vendita di dolciumi che inizieranno a lavorare da domenica, secondo i bene informati già nella serata di sabato qualcuna già sarà aperta. L’area interessata è quella della corsia interna di via Cavallotti all’incrocio con viale Marconi fino all’intersezione con via Trinchese. Dal prossimo fine settimana dunque sarà tutto uno scintillio e si potranno acquistare giocattoli, addobbi per l’albero di Natale, ma anche accessori tra cappelli, sciarpe, bigiotteria. Non mancheranno anche i libri e ovviamente dolciumi tipici del Natale e che scalderanno il cuore di grandi e piccini. È festa dunque ma non per gli automobilisti alle prese con la ricerca spasmodica di un parcheggio in cui lasciare l’auto.

La speranza, dunque, è riposta nei bus navetta che collegheranno i parcheggi di interscambio con il centro della città. Da questa domenica - e poi a seguire ogni fine settimana - infatti, il servizio di trasporto pubblico gratuito messo a disposizione dalla Sgm con l’assessorato alla Mobilità e al Traffico guidato dall’assessore Luca Pasqualini sarà già attivo, pur in assenza di un piano traffico per le feste. Un servizio che per quest’anno è stato anticipato come annunciato da Pasqualini per consentire agli utenti di abituarsi a muoversi con i mezzi pubblici non solo nel periodo strettamente legato al Natale.

Il numero delle navette è ancora tutto da stabilire. L’uffico infatti sta lavorando al piano di mobilità per il Natale che sarà messo a punto nei prossimi giorni. Al momento non sono previste chiusure drastiche delle strade consentendo a chi vuole recarsi a Lecce per lo shopping natalizio di muiversi in tutta tranquillità. Le aree di sfogo per le auto, tuttavia, dovrebbero essere i parcheggi di interscambio ridotti ormai al lumicino: l’unico rimasto infatti è il City Terminal a pochi passi dal centro storico. Un’altra zona in cui è possibile lasciare l’auto è quella davanti al cimitero della città, a poche centinaia di metri da Porta Napoli e che consente di arrivare in centro storico con molta facilità.

Restano anche le opzioni di via Bari, l’area su cui si tiene il mercato bisettimanale, e Settelacquare; bisognerà capire però se queste aree saranno collegate con il servizio di bus navetta. Le scelte dell’amministrazione comunale si conosceranno solo nei prossimi giorni, intanto i lavori per la sistemazione delle pagodine sono già cominciati. F.Soz.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 29 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 15:32