FI: «Immobili del Comune per tamponare l'emergenza abitativa»

La zona 167 A della città
Individuare dei contenitori di proprietà degli enti da mettere a disposizione «ad horas» delle famiglie che hanno bisogno di un'abitazione. La ricetta del gruppo consiliare di Forza Italia per "tamponare" l'emergenza abitativa è questa. Oltre «alla costituzione di un tavolo tecnico guidato dal Prefetto Claudio Palomba a cui sottoporremno la questione». 
Il capogruupo azzurro Giuseppe Ripa e i consiglieri Vittorio Solero e Paride Mazzotta (assenti giustificati per impegni istituzionali e lavorativi gli altri componenti del gruppo) hanno presentato questa mattina la loro proposta per evitare «una guerra tra poveri», come l'ha definita il capo gruppo.
Il rischio, infatti, è quello di di procedere agli sfratti nei confronti di occupanti abusivi di alcune abitazioni per consegnare gli alloggi agli aventi diritto, certo, ma creando insomma un'ulteriore emergenza sociale. Un allarme lanciato a pochi giorni dal primo sfratto esecutivo di alloggi occupati abusivamente fissato per luned' mattina. 
La richiesta di individuare contenitori già pronti per essere destinati - momentamente - alle famiglie è rivolto non solo al Comune, ma anche alla Provincia e alla Regione destinataria, anche di un'accusa da parte dei consiglieri azzurri.  «Trovo le passerelle politiche del Partito Democratico - ha commentato Ripa - scorretta e inopportuna. La magistratura non ha bisogno di essere sollecitata. E' poco corretto ciò che hanno fatto. Ricordiamoci che molte abitazioni sono di Arca Sud, vale a dire della Regione. Mi sarei aspettato da parte dell'assessore Loredana Capone una passerella davanti alla Regione e non in Procura a Lecce».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 23 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 16:00