Con FaiMarathon "Belli da morire"
il tour teatrale nel cimitero

Con FaiMarathon "Belli da morire"
il tour teatrale nel cimitero
Torna oggi, per il quinto anno consecutivo, Fai Marathon manifestazione nazionale organizzata dai Gruppi Giovani del Fondo Ambiente Italiano e il Salento fa la sua parte. Si tratta dell’evento di punta della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia” che dura tutto questo mese e per Lecce è l’occasione del “ritorno alla vita” di personaggi che hanno segnato la cultura salentina. Da Tito Schipa a Vittorio Bodini per risalire nel tempo al mondo delle arti figurative con Michele Massari, Eugenio Maccagnani, Giuseppe De Cupertinis, senza dimenticare il politico e intellettuale Giuseppe Libertini. Teatro dell’evento sarà il cimitero monumentale di Lecce, ma è prevista anche la visita alla chiesa di San Niccolò e Cataldo e all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate.

Giornata dedicata alla bellezza dei beni architettonici, insomma, che impegna 3.500 volontari (in tutta Italia) a guidare i visitatori, in cambio di una libera donazione, alla scoperta di oltre 600 luoghi - solitamente chiusi - al pubblico con eventi speciali nelle 150 città coinvolte.
Come ogni anno, anche il Salento ha risposto prontamente all’appello anche se saranno solo due i luoghi aperti al pubblico. “Belli da morire”, questo il titolo della perfomance teatrale degli studenti del liceo scientifico “De Giorgi”, coordinati dagli operatori della Compagnia Factory Transadriatica, Tonio De Nitto e Fabio Tinella, che segna il percorso guidato all'interno del Cimitero monumentale di Lecce con la “miracolosa rinascita” delle figure rappresentative della cultura salentina e non solo.
 
Saranno le caratteristiche architettoniche delle sepolture a fare da cornice al racconto di episodi della loro vita con un dialogo che gli studenti del De Giorgi faranno con ognuno di loro. La perfomance teatrale itinerante all’interno del Cimitero monumentale è stata organizzata dal Liceo De Giorgi insieme alla delegazione Fai di Lecce. «Si tratta di un “viaggio teatralizzato” – spiega Giovanna Caretto, dirigente scolastica del De Giorgi -, alla scoperta del suggestivo giardino funebre, leccese realizzato dagli alunni del liceo, guidati dalla professoressa Giovanna Cesano e dagli operatori della Compagnia Factory Transadriatica. Personaggi storici della Lecce di un tempo “torneranno in vita” per dialogare in forma semiseria con i giovani studenti di oggi».

Cinque gli spettacoli: alle 9.15, 10.45, 12, 14, 15.30 con prenotazione obbligatoria che può essere fatta al 3288188799.
Cerrate, invece, sarà aperta e visitabile con i consueti orari del fine settimana (sabato e domenica 9.30-13 e 15-18.30).

L’iniziativa Fai nell’area storica e monumentale del Cimitero di Lecce coglie l’occasione per rendere visitabile al pubblico, dalle 10 alle 16, la Chiesa dei santi Niccolò e Cataldo. Le visite saranno guidate dagli apprendisti ciceroni, studenti del Liceo De Giorgi e dagli studenti tirocinanti del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento. L’iniziativa è di particolare importanza per la scarsa accessibilità della Chiesa, nonostante il suo rilevante valore architettonico e artistico. Il sito, infatti, è accessibile soltanto durante le funzioni religiose: alle 15.45 del sabato e alle 9 della domenica.

Non è la prima volta che il Fai si impegna a rendere visitabile il complesso dedicato ai Santi Niccolò e Cataldo. Aperture straordinarie furono realizzate già nel 2004 con un’apposita guida, in italiano e in inglese, elaborata degli studenti del Liceo De Giorgi e ancora nel 2014.
Oggi sarà l’occasione per rivedere o scoprire la bellezza dell’Abbazia di Cerrate, della chiesa dei santi Niccolò e Cataldo, del Cimitero monumentale di Lecce.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 16 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 17:25