Distretto tecnologico aerospaziale: convegno sull'utilizzo dei droni

LECCE - Si svolgerà domani, 14 luglio, dalle ore 9.30 Alle 13 presso l’aula seminari al secondo piano della facoltà di Ingegneria di Lecce (Ecotekne) il quarto del ciclo di seminari organizzato dal Dta (Distretto tecnologico aerospaziale) in collaborazione con aziende socie, università, istituzioni. Il tema del quarto seminario riguarda gli Aerei a pilotaggio remoto (droni) e la normativa di settore. I lavori si apriranno con interventi di saluto di Giuseppe Acierno, presidente del Dta, e di Antonio Ficarella, docente di UniSalento. Le relazioni tecniche saranno tre: Walter Matta, strategy, Innovation & Government Funding Director di Vitrociset S.p.A. illustrerà i “Sistemi di controllo di mini UAV in modalità multipla e cooperativa; Alessandro Cardi, Vice Direttore Generale e Responsabile della Prevenzione, della corruzione e della trasparenza di ENAC parlerà di “Regole e procedure per lo sviluppo del mercato degli aeromobili senza pilota e dei relativi servizi commerciali; Matteo Sensini, responsabile marketing della società Ids (Ingegneria dei sistemi)- Fondazione “Franco Bardelli” si occuperà del tema “I mini Apr e il mercato italiano istituzionale, applicazioni e benefici.

Dalle 12.30 alle 13 i partecipanti al seminario potranno rivolgere domande ai relatori. L’incontro è destinato a studenti e imprenditori interessati a conoscere le grandi potenzialità di un settore, gli aerei a pilotaggio remoto, in forte fase di espansione sia per quanto riguarda la produzione che l’utilizzo a fini civili. Le iniziative avviate negli anni scorsi in collaborazione tra il Distretto tecnologico aerospaziale e la società Aeroporti di Puglia hanno permesso all’aeroporto di Grottaglie di diventare un punto di riferimento nel settore. Basti ricordare che nel marzo dello scorso anno con la partecipazione del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio fu inaugurato “Grottaglie Test Bed" per consolidato il ruolo  dell'aeroporto jonico quale piattaforma logistica dell'area mediterranea destinata ad aggregare iniziative nazionali ed internazionali a sostegno di ricerca, sviluppo, sperimentazione e certificazione di soluzioni integrate tra trasporto aereo e industria aerospaziale. Presso lo scalo di Grottaglie si stanno insediando iniziative industriale con consistenti investimenti e ad alta tecnologia, trasformando l’infrastruttura in un’area capace di garantire un alto valore aggiunto a tutto il territorio.

Il presidente del Dta, Giuseppe Acierno, ha spiegato così il seminario sugli Apr, nell’ ambito del ciclo di seminari che si stanno svolgendo tra Taranto,Brindisi, Bari e Lecce: “Lo sviluppo di APR civili offre un enorme potenziale per lo sviluppo di applicazioni innovative in una vasta gamma di settori con grandi benefici, con la creazione di posti di lavoro altamente qualificati e che svolgono compiti utili. L’intensità e la velocità di sviluppo con cui l'aviazione civile globale evolve verso una maggiore automazione, fa sì che le tecnologie dei droni divengano fondamentali per la competitività dell'industria aeronautica italiana ed europea nel suo complesso”. “La diffusione dell’uso degli APR avrà delle ricadute economiche e sociali”. “A fronte di questi impatti positivi, però esiste pure l’esigenza di verificare le preoccupazioni legate alla gestione della privacy dei cittadini”, ha concluso il presidente del Dta. Il prossimo seminario, programmato per il 18 luglio, si svolgerà sempre presso l’Università di Lecce sul tema. “Additive manufacturing, sviluppo di nuovi prodotti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 13 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:58