L'ex convento di Santa Chiara occupato dagli immigrati: la procura apre un'inchiesta
BARI - La Procura di Bari ha aperto un fascicolo sulla vicenda dell'ex convento di Santa Chiara, occupato da circa duecento migranti nello scorso mese di febbraio. I pm Renato Nitti e Anna Maria Tosto hanno delegato i carabinieri del Nas che hanno svolto un primo sopralluogo per accertare le condizioni di sicurezza, oltre che quelle igienico-sanitarie della struttura. La notizia e' riportata su quotidiani locali. Nel seminterrato dell'ex convento c'era l'archivio dei disegni storici e dei rilievi della Soprintendenza ai Beni architettonici che e' stato, su disposizione del ministero dei Beni culturali, in parte spostato e messo in sicurezza nei giorni scorsi perché versava in stato di abbandono.

La Procura indaga per occupazione abusiva, ma l'attività investigativa potrebbe accertare anche le reali condizioni del complesso architettonico prima dell'occupazione, anche per capire come l'ingresso alla struttura fosse stato lasciato libero, nonostante il restauro fosse rimasto incompiuto.
Martedì 19 Agosto 2014 alle 12:11