Chiesti tre rinvii a giudizio per l'omicidio nel centro d'accoglienza
BARI - Il pm Renato Nitti ha chiesto il rinvio a giudizio per i tre cittadini afghani accusati dell' omicidio di un 26enne curdo compiuto durante una rissa nella notte tra il 2 e il 3 luglio 2013 nel Cara (Centro di accoglienza per richiedenti asilo) di Bari-Palese.

L'udienza preliminare inizierà il prossimo 4 giugno dinanzi al gup del Tribunale di Bari Alessandra Piliego. Lolkhan Zagarya, 25 anni, Sartor Adrimzaj, 22 anni e Nasri Zeshan, 26 anni, rispondono di omicidio volontario e rissa aggravata. Il giovane curdo morì per una coltellata al petto.
Venerdì 16 Maggio 2014 alle 17:31