Rintracciato e arrestato l'uomo che uccise a pugni un anziano durante una lite
CARPINO (FOGGIA) - Avrebbe ucciso a pugni un uomo di 75 anni vicino di casa della sua famiglia con il quale da tempo litigava anche violentemente per motivi poco rilevanti.

Con queste accuse è stato arrestato Antonio Di Viesti, di 44 anni, residente a Santa Venerina (Catania). L'uomo è stato rintracciato nella sua abitazione dai carabinieri che gli hanno notificato una ordinanza di custodia cautelare per omicidio volontario. L'aggressione che poi portato alla morte dell'uomo è accaduto a Carpino (Foggia) nel pomeriggio del 25 agosto 2013 quando Giuseppe Fusillo fu aggredito e picchiato brutalmente per strada, lasciato privo di sensi e con il volto ricoperto di sangue.

Soccorso e portato in ospedale in gravi condizioni, l'uomo è poi morto il 3 ottobre scorso dopo un'agonia di quasi un mese e mezzo. L'aggressione era avvenuta sotto gli occhi di molte persone, malgrado ciò, però, i carabinieri hanno faticato molto a ricostruire l'accaduto. Sono giunti a identificare Di Viesti grazie anche alle numerose precedenti denunce nei suoi confronti presentate proprio dalla vittima che ai carabinieri aveva segnalato di avere subito altre aggressioni, ingiurie e minacce durante precedenti liti.

È stato così accertato, tra l'altro, che Fusillo, residente in provincia di Catania, il giorno dell'aggressione era a Carpino dove stava trascorrendo qualche giorno con la sua famiglia e che la notte stessa era ripartito in tutta fretta per la Sicilia.
Mercoledì 16 Aprile 2014 alle 14:00