Stalking, perseguita e aggredisce
l'ex fidanzata e finisce in manette
LUCERA - Nei giorni scorsi avrebbe tentato di aggredire la sua ex compagna all'interno di un palazzo minacciando di strangolarla e accoltellarla con un coltello da cucina, e i carabinieri lo hanno arrestato con l'accusa di stalking. In carcere è finito Antonio Cassa, di 48 anni, di Monte Sant’Angelo (Foggia).

Secondo quanto appurato dai carabinieri, l'uomo aveva minacciato e insultato la sua ex compagna, straniera, con la quale ha intrattenuto una relazione sentimentale durata dieci anni, fino al 2013, quando la donna aveva deciso di troncare il rapporto. In un'altra occasione, non riuscendo ad avere più notizie della donna, l'uomo si sarebbe recato addirittura all'estero, nel paese di origine della ex compagna, per rintracciarla.

La donna, che lavora come collaboratrice domestica, è stata costretta per lungo tempo a cambiare abitudini di vita, vivendo in un continuo stato d'ansia.
Giovedì 03 Aprile 2014 alle 13:29