Bepi de Marzi cittadino onorario «Scoprii il paese grazie a Cecilia»

LUSIANA - Un Bepi De Marzi commosso quello ha ricevuto nello storico Palazzon di Lusiana la cittadinanza onoraria del comune dalle mani del sindaco Antonella Corradin. Chi c'era si è reso conto del perché di questa cerimonia. «Io non sapevo che cosa fosse o dove fosse Lusiana - ha detto il maestro di "Signore delle cime" - è stata una ragazza di Conco, Cecilia Petrosino (futura mogliede di De Marzi, ndr) che me ne parlò un giorno». E Bepi de Marzi, leggendo alcune pagine della stessa Petrosini, ha rievocato luoghi, nomi, situazioni del paese: «Lusiana, oasi di di frescura, dominante la veneta pianura». L'impressione è stata quella di un De Marzi davvero innamorato del paese, da lui visitato più volte assieme all'amico Mario Rigoni Stern, scrittore a cui il comune ha dedicato la biblioteca. Il sindaco Corradin da parte sua, sottolieando il legame passato anche in molte cante del maestro, ha commentato: «Mario Rigoni Stern è stato la tenerezza del racconto, Bepe De Marzi è la tenerezza del canto». La cerimonia è stata seguita dal concerto nella chiesa del paese con vari cori, tra cui "L'eco delle Valli, diretto da Andrea Pinaroli, e infine i Crodaioli. Un finale a cori uniti da far accapponare la pelle.
Silvano Bordignon

Venerdì 21 Marzo 2014 - Ultimo aggiornamento: 30-11--0001 00:00