Narni, protesta choc degli operai della Carbon
si incatenano in cima a un silos
e strappano un incontro per il 6 marzo

​NARNI - Otto operai della Sgl Carbon sono saliti in cima a un silos e si sono incatenati. Gli operai hanno fato sapere che non scenderanno fino a quando non sarŕ fatta chiarezza in merito alla vendita dello stabilimento annunciata nei giorni scorsi dalla proprietŕ tedesca.



La convocazione. Il segnale atteso è arrivato dopo una febbrile trattativa e gli otto operai sono già scesi dal silos. A comunicare loro la disponibilità del Mise a un incontro per la vertenza Sgl Carbon è stato il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti che si trovava sotto al silos: «Tramite un sms - dice - ho sentito il direttore del Mise, Giampaolo Castano, il quale mi ha confermato che il 6 marzo ci sarà un incontro».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 25 Febbraio 2014 - Ultimo aggiornamento: 13:43