Treni regionali, «l'orario cadenzato
porterà200 corse in più al giorno»

Treni regionali: «L'orario cadenzato
porterà 200 corse
in più al giorno»
VENEZIA - Da 600 e 800 corse al giorno, ben 200 in più. Con il nuovo orario cadenzato, in vigore da domenica prossima, i treni regionali in Veneto aumenteranno. Lo hanno assicurato l’assessore regionale alla mobilità, Renato Chisso, e il direttore per il Veneto di Trenitalia, Maria Giaconìa, alla presentazione dei nuovi treni Flirt, che saranno usati proprio per questo orario: 24 convogli in tutto (gli ultimi 8 arriveranno entro giugno) prodotti dalla svizzera Stadler, in collaborazione con l’Ansaldo-Breda, costati alla Regione 130 milioni di euro.



Quanto al nuovo orario, che tanto preoccupa i pendolari, Chisso e Giaconìa hanno difeso la logica del nuovo sistema, basata su "canali orari scelti" che si ripeteranno a tutte le ore della giornata, con grandi vantaggi anche in termini di coincidenze. Alcune correzioni, comunque, sono già state apportate per venire incontro alle richieste di sindaci e comitati, per il momento con l’introduzione di autobus. Questo anche per valutare l’effettivo utilizzo del servizio e su questa base decidere se ripristinare il treno o lasciare l’autobus. Giaconia ha avvertito che i primi giorni potranno essere difficili, per l’inevitabile rodaggio a cui andrà incontro tutto il sistema.



Poi, però, le cose andranno migliorando. E nel giro di un anno - stando alle previsioni del direttore - si dovrebbe arrivare ad un incremento di passeggeri. Il quadro complessivo del nuovo orario sarà pubblicato nel sito di Trenitalia solo tra un paio di giorni. Ma già da oggi è possibile vedere le novità, cliccando sul menù di un giorno qualsiasi, dal 15 dicembre in poi.
Martedì 10 Dicembre 2013 - Ultimo aggiornamento: 16:54
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti