Pitti Uomo scalda i motori: Fashion e cibo, si punta sui prodotti naturali

Orto installazione - Foto: credit Pitti Immagine
FIRENZE - Fervono i preparativi per l’82.ma edizione di Pitti Uomo, in programma dal 18 al 22 giugno alla Fortezza da Basso di Firenze. La kermesse di quest’anno è caratterizzata da un unico comun denominatore: il gusto.
Piacere per i buoni prodotti della terra e per quelli scaturiti dalle mani dei creatori di moda.



Fashion e cibo dunque, una connessione che al Pitti Uomo prende forma attraverso un’installazione singolare: un orto dove la faranno da padroni molti spaventapasseri colorati. Probabilmente i loro 'cenci' non sfigureranno con gli abiti che sfilano in passerella: ciò che li valorizza è l’idea di uno stile di vita basato sulla naturalezza e la messa al bando delle sofisticazioni industriali. D’altro canto non si tratta di una novità per l’organizzazione e la filosofia che sta dietro il Pitti Immagine; prova ne è Taste il salone del gusto che in marzo delizia i palati dei fiorentini.



La scelta di Pitti Uomo sembra riflettere le tendenze che si stanno sviluppando nella moda, con un’attenzione particolare ai temi ambientali. Ma il gusto è anche storia e quale luogo più adatto se non la Fortezza da Basso. Un collegamento che non è passato inosservato ai responsabili della Fondazione Pitti Immagine Discovery, che hanno creato uno spazio nel programma anche per una mostra del trentennale di Stone Island, azienda centrale nella storia del costume italiano. L'evento più atteso è il ritorno sulle passerelle fiorentine di uno dei maestri del gusto made in italy: la presentazione della nuova collezione maschile di Valentino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 21 Maggio 2012, 15:25 - Ultimo aggiornamento: 10:55