Roma, Piper precipita su deposito Atac
in via Flaminia: morto il pilota

ROMA (8 dicembre) - Un Piper Pa 32 Saratoga decollato dall'aeroporto dell'Urbe è precipitato poco prima delle 16 sul deposito Atac di Grottarossa, in via Flaminia 1060. Sul posto tre squadre dei vigili del fuoco, tre ambulanze dell'Ares 118, tre volanti della polizia e carabinieri. Morto carbonizzato il pilota, mentre non ci sono feriti.



L'aereo è caduto all'interno del deposito dell'Atac, prendendo fuoco e provocando ingenti danni. Secondo la polizia il velivolo stava eseguendo una manovra di planaggio quando è finito su un capannone. Stefania Fiore, funzionario dei vigili del fuoco, conferma come «il velivolo volasse a una bassa altitudine». La chiamata ai vigili del fuoco è arrivata alle 15.45, ma i primi soccorsi sono stati portati dal personale Atac. I vigili del fuoco escludono che il velivolo abbia urtato qualcosa prima di cadere sul tetto del deposito.



I soccorritori hanno trovato morto carbonizzato il pilota. Si tratta di Giovanni Magliocca, 51 anni. Non risultano altre vittime o feriti, anche perché nel deposito, per via della giornata festiva, erano presenti solo una quindicina di dipendenti. Il Piper (N58SE) era decollato alle 15,42 dall'aeroporto dell'Urbe, distante qualche chilometro. Lo schianto è avvenuto un minuto dopo il decollo. L'aereo è rimasto incastrato sulla copertura del capannone-officina del deposito, provocando ingenti danni allo stabile. Nessun autobus è rimasto danneggiato, contrariamente a quanto riferito in un primo momento.



Il deposito di Grottarossa è in via Flaminia 1060, nei pressi di Saxa Rubra, dal 1989. Serve la zona nord della città e parte del centro. Normalmente sono in servizio 1.200 dipendenti e 407 vetture. I capannoni sono nell'ansa del Tevere a 500 metri in linea d'aria dalla via Flaminia. Tra la Flaminia e il deposito passa la ferrovia Roma-Viterbo che non è stata minimamente interessata dall'incidente. Il deposito si trova a un solo piazzale di distanza dalla stazione di Grottarossa. Il piazzale è usato come parcheggio dagli utenti della linea e dai dipendenti della struttura. L'impatto è avvenuto sul lato del capannone più lontano rispetto all'ingresso, che dà sulla Flaminia, proprio dove in linea d'aria si trova l'Aeroporto dell'Urbe, dal quale il velivolo era decollato.



L'Agenzia nazionale sicurezza volo (Ansv) ha aperto l'inchiesta tecnica di propria competenza sulle cause dell'incidente che ha riguardato il Piper Pa 32 e che ha determinato la morte dell'unica persona a bordo. Un investigatore dell'Agenzia si sta recando sul luogo dell'incidente per le verifiche.
Mercoledì 8 Dicembre 2010, 16:04 - Ultimo aggiornamento: 23:44
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti