Due banditi armati irrompono in centro: colpo al bar Ausonia

Due banditi armati irrompono in centro: colpo al bar Ausonia
Ritornano le rapine in pieno centro cittadino: ieri sera, intorno alle 21, due banditi hanno fatto irruzione, armati di pistola, nel bar Ausonia di corso Garibaldi. Nonostante fosse l'orario di chiusura c'erano ancora dei clienti all'interno del locale, rimasti impauriti e in disparte mentre uno dei due malviventi (entrambi avevano il volto coperto) si faceva consegnare da uno dei proprietari il denaro contenuto in cassa. L'azione si è svolta in pochi istanti, poi arraffato il bottino i due banditi, a quanto pare di giovane età, si sono dileguati per le vie che attraversano la vicina zona portuale. Qualcuno nei dintorni del bar avrebbe visto scappare delle persone, ma non era chiaro il motivo di quella folle corsa nella sera.

Purtroppo, era già tardi per mettere le mani sui fuggitivi quando sono arrivate sul posto alcune pattuglie della Sezione volanti. L'ultima rapina risale alla scorsa settimana quando al quartiere Sant'Angelo è stato preso di mira il supermercato Dok. Ora si sta cercando nuovamente di lavorare sulle immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso per arrivare agli autori del nuovo colpo, non escludendo che ad agire sia stata una delle solite bande che ultimamente imperversano in ogni angolo della città, anche in pieno giorno.
Dopo supermercati e tabaccherie, il centro storico torna a fare gola alle giovani bande che agiscono a bordo di scooter rubati, armati di pistola e con il volto travisato dai caschi. Un dettaglio che anche ieri sera non è sfuggito alle persone che intorno alle 21 erano presenti all'interno del bar Ausonia, quasi alle fine di corso Garibaldi. Una zona in passato per niente immune ad altre rapine, consumate con la stessa tecnica.

«Stavamo parlando, poi improvvisamente abbiamo visto queste due persone arrivare di corsa all'interno del bar armati di pistola e travisati sul volto. Poi, con un fare nervoso, si sono diretti verso la cassa per prelevare il denaro». Questo è quanto hanno visto e raccontato invece le persone presenti ai poliziotti. Dettagli a volte non facili da ricordare mentre subentra la paura del momento: sembra comunque che i due rapinatori avessero un aspetto giovane, entrambi indossavano jeans e scarpe da tennis.
Poca la gente in giro per corso Garibaldi intorno all'ora della rapina, un dettaglio che forse ha spianato la strada alla coppia di malviventi, arrivata in zona (non si esclude) a bordo di uno scooter lasciato nelle vicinanze del bar Ausonia: «A noi è parso di vedere una moto scappare a tutta velocità verso via del Mare», hanno poi raccontato alcune persone quando è emerso l'accaduto.
Di certo c'è che le rapine tornano, nemmeno dopo tanto tempo, a riaffacciarsi nel cuore della città: uno degli ultimi colpi nel centro storico era avvenuto qualche mese fa a danno di una tabaccheria di piazza Dante. Neanche il recente arresto di un giovane e presunto rapinatore spaventa l'attività di queste bande. Sempre più scaltre nell'agire: in pieno giorno o sul far della sera. E Natale, il periodo più nero per questo tipo d'assalti, è ancora lontano.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 21 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 08:50