Nonostante la crisi arrivano i fondi per rimettere in sicurezza le strade

Nonostante la crisi arrivano i fondi per rimettere in sicurezza le strade
Nonostante la crisi, ma anche per evitare ogni responsabilità rispetto agli incidenti, la Provincia è al lavoro per sistemare la rete viaria di propria competenza. Almeno nei punti più a rischio.
A disposizione, in totale, c’è all’incirca un milione di euro. Che in una situazione di conti così complicata è comunque una somma di tutto rispetto, nonostante le necessità per coprire tutti gli interventi sia decisamente maggiore.
Solo pochi giorni fa, infatti, il presidente Maurizio Bruno ha annunciato le opere di messa in sicurezza previste. Non prima di denunciare, per l’ennesima volta, l’abbandono da parte delle istituzioni. «Hanno lasciato – aveva scritto in un post su Facebook – la Provincia di Brindisi senza soldi. Dicono perché le Province non esistono più. Già ma le strade provinciali esistono. E sono sempre più deteriorate e pericolose. Se aspettiamo i piani alti è la fine. Così pur non avendo fondi, ma avendo coscienza e senso di responsabilità, siamo riusciti qua e là (Regione, Cipe e Pnss) a trovare le risorse necessarie per operare gli interventi più importanti. E per questo straordinario risultato non posso che ringraziare il servizio Viabilità della Provincia di Brindisi».
Una operazione di recupero fondi che ha messo l’ente nelle condizioni di dare il via libera ad interventi ritenuti assolutamente urgenti per la prevenzione del rischio di incidenti. I tempi dovrebbero essere abbastanza snelli considerando che lo stesso presidente Bruno ha parlato di «prossimi mesi» ed ha fatto riferimento a tutto il territorio.
A cominciare dalla strada provinciale 26 “Francavilla Fontana–Ceglie Messapica”. Qui è prevista l’eliminazione di punti di criticità della viabilità con la rettifica di una curva pericolosa: 200mila euro l’importo dei lavori.
Si aggiungono diverse strade che saranno interessate dalla realizzazione di rotatorie.
 
Come l’intersezione tra la provinciale 53 e la provinciale 55 tra Francavilla e Sava. È stata approvata la proposta di aggiudicazione in favore della ditta che eseguirà i lavori. Nei prossimi giorni invece sarà espletata la gara per la rotatoria sulla provinciale Torchiarolo–Lendinuso all’intersezione con la provinciale 87. L’importo complessivo dei lavori è di 150mila euro ed è cofinanziato nell’ambito del secondo Piano nazionale di sicurezza stradale. Una terza rotatoria è prevista sulla provinciale San Pietro Vernotico–Campo di Mare all’intersezione con la strada provincia 87. Anche in questo caso l’importo dei lavori è di 150mila euro con cofinanziamento del Piano Nazionale di Sicurezza Stradale. A settembre inizieranno i lavori di allargamento della strada provinciale 84 San Pietro–Torchiarolo, mentre sono stati già aggiudicati interventi di manutenzione straordinaria in diverse zone della provincia. Si tratta di opere di rifacimento della pavimentazione bituminosa in tutta la zona sud del Brindisino, di rifacimento del tappetino di usura su alcuni tratti della provinciale 28 Ostuni-Francavilla Fontana, di fornitura e posa in opera di guard-rail lungo il nuovo tratto della strada provinciale 85 Torchiarolo-Lendinuso.
Ma la programmazione prevede anche la sistemazione della San Pietro Vernotico–Mesagne per un importo di 100mila euro e della San Pietro Vernotico–Campo di Mare per un importo di 220mila euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 9 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:33