Maturità: 3.527 studenti pronti per gli esami

Gli esami di maturità
Il conto alla rovescia è iniziato. Tra meno di ventiquattro ore avrà inizio l’edizione 2017 degli esami di Stato. Per i 3.527 maturandi del Brindisino ai nastri di partenza, quella di oggi sarà una giornata da dedicare interamente allo studio pazzo e disperato. L’obiettivo, per chi durante l’anno ha trascurato lo studio, sarà quello di recuperare parte del programma o, semplicemente, di cercare via internet le possibili tracce per il tema di italiano.

Intanto ieri mattina, come ogni anno, nella sede dell’Ufficio scolastico provinciale sono arrivati a pioggia i primi certificati medici. Come ogni anno, è alto il numero dei docenti che preferisce rinunciare alla scoglio maturità e concedersi un lungo periodo di vacanza. Lontani anni luce i tempi in cui con i compensi degli esami di Stato si riusciva a portare a casa un bel gruzzoletto. Comunque, domani è il primo giorno di esami, quello del primo scritto: l’italiano, comune a tutte le scuole. Bisognerà attendere il suono della campanella per fare il reale conteggio degli assenti. Per il momento nella sola giornata di ieri erano circa una sessantina i professori rinunciatari.

Nella carica dei 3.437 maturandi, 89 sono gli studenti che si presenteranno alle prove da privatisti. Da segnalare al liceo polivante Punzi di Cisternino la prova con il metodo Braille, il metodo di lettura e scrittura che permette ai non vedenti di poter usufruire di tutte le conoscenze disponibili nel mondo. Il metodo si basa sulla combinazione di punti in rilievo percepibili al tatto, corrispondenti alle lettere dell’alfabeto. Il candidato, interno all’istituto, potrà domani ricevere le tracce delle prove d’esame in braille, in formato digitale convertibile con sintetizzatore vocale, senza immagini e senza tabelle, o in formato mp3. In calo, infine, quest’anno il numero degli studenti respinti. I consigli di classe hanno optato per l’ammissione agli esami con riserva di quelli studenti che durante l’anno scolastico non sono riusciti ad ottenere la sufficienza in tutte le materie.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 20 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:33