Auto dei carabinieri contro un albero dopo l’inseguimento

Auto dei carabinieri contro un albero dopo l’inseguimento
Poteva finire peggio l’inseguimento tra una gazzella dei carabinieri di Francavilla e un’Audi (che risulterebbe rubata) con a bordo due o tre malviventi. Le due auto sono uscite di strada. L’auto di servizio della pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile in forza alla locale compagnia è andata a schiantarsi contro un albero di ulivo. Nessuna conseguenza per fortuna per i carabinieri che, nell’incidente, sono rimasti illesi. Come pure i fuggiaschi che hanno abbandonato l’auto fuggendo a piedi attraverso le campagne approfittando dell’oscurità. L’inseguimento partito in territorio di Francavilla si è concluso in agro di Villa Castelli.

Questi i fatti. I carabinieri del Norm della compagnia di Francavilla tra domenica e lunedì notte hanno avvistato un Audi sospetta, risultata, dopo un rapidissimo controllo, rubata lo scorso 1 ottobre a Ceglie Messapica. Il conducente invece di arrestare la corsa all’alt impostogli dalla pattuglia ha premuto il piede sull’acceleratore. È stato così ingaggiato un lungo inseguimento che si è protratto attraverso varie stradine interpoderali. I militari dell’Arma hanno tallonato l’Audi fino al violento impatto.

L’auto degli inseguitori è uscita fuori strada e chi c’era all’interno del mezzo, sia pure con qualche difficoltà, è riuscito a venir fuori dalle lamiere contorte, dileguandosi in tutta fretta. Qualora dovessero essere individuati dovranno rispondere di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento in concorso. Sono intensamente ricercati dai carabinieri che sperano di trovare una qualche traccia all’interno dell’Audi.

Da qualche tempo da parte delle forze dell’ordine si è a caccia proprio di un’Audi che sarebbe stata notata in diverse azioni criminose tra il brindisino ed il tarantino. Domenica sera una pattuglia del Norm in servizio di perlustrazione si è imbattuta proprio alla periferia di Francavilla in quest’auto sospetta. I carabinieri hanno cercato di fermare l’auto per un controllo mirato, ma non ci sono riusciti. Da qui il lungo inseguimento fino alle campagne di Villa Castelli fino all’uscita di strada dei due mezzi.

Quali fossero le intenzioni degli occupanti dell’Audi lo si può intuire dal fatto che abbiano ingaggiato questo lungo inseguimento con la pattuglia dei carabinieri. Facile immaginare le loro intenzioni, e cioè che stessero tentando un furto o una qualche altra azione delittuosa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 29 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 11:27