Donna uccisa a Bari, domani l'autopsia

Donna uccisa a Bari, domani l'autopsia
Sarà eseguita domani mattina nell' istituto di medicina legale del Policlinico di Bari l'autopsia sul corpo della 48enne barese Donata De Bello, per tutti Tina, morta mercoledì sera a cause di lesioni provocate dai fendenti di un coltello da cucina. Nel pomeriggio il pm che coordina le indagini dei Carabinieri, Giuseppe Dentamaro, ha conferito l'incarico per l'autopsia al medico legale Antonio De Donno. Per il delitto è attualmente in carcere in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario il compagno convivente della vittima, il 32enne Marco Basile, che sarà sottoposto nei prossimi giorni ad interrogatorio di convalida dinanzi al gip del Tribunale di Bari Alessandra Susca. L'uomo aveva fornito la sua versione dellavicenda, parlando di una violenta lite che aveva poi portato la donna a ferirsi da sola al collo con il coltello.
Il corpo era stao ritrovato dai carabinieri l'indomani, avvolto nel cellephane e poi in un tappeto.
Al conferimento dell'incarico per l'accertamento irripetibile ha partecipato l'avvocato Stefano Remine, difensore dell'indagato. Presente anche l'avvocato Nicola Quaranta che rappresenta i familiari della vittima: fratello, tre sorelle e il marito dal quale la donna aveva avuto un figlio (ancora minorenne), che tuttavia non stava più con lei da quando i due vivevano una situazione di separazione di fatto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 15 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 14:11