Sicurezza nelle scuole, lavori in 13 istituti

Sicurezza nelle scuole, lavori in 13 istituti
“Scuole sicure”: destinati a 13 scuole di Francavilla Fontana i finanziamenti del governo per le indagini diagnostiche dei plessi scolastici. Insomma, si parla di finanziamenti, Per un massimo di 9mila euro per singolo istituto.

Nello specifico, a beneficiarne, saranno per 7mila euro la scuola primaria Aldo Moro, la scuola dell’infanzia G. Calò, la scuola primaria di viale Lilla, la scuola primaria E. De Amicis, la scuola primaria Falcone Borsellino, la scuola dell’infanzia “Padre Camillo Campanella”, la scuola dell’infanzia “Giuseppina Di Summa”, la scuola dell’infanzia “Madre Teresa di Calcutta”, la scuola dell’infanzia “Distante 1” e la scuola dell’infanzia “Distante 2”.

Riceveranno invece 9mila euro ad istituto la scuola media Virgilio Marone, la scuola media Bilotta e il primo circolo San Francesco D’Assisi. Tredici plessi, appunto, inseriti dal Ministero della Pubblica Istruzione nella graduatoria regionale degli istituti che, superata con esito positivo la selezione pubblica, potranno godere del denaro. I fondi, messi dal Governo Nazionale, serviranno in primis per prevenire possibili crolli dei solai e dei controsoffitti. Nella sola provincia di Brindisi sono stati 133 i plessi per i quali è stato richiesto il finanziamento. Di questi solo 53 otterranno stanziamenti. E Francavilla Fontana, assieme al capoluogo, è con le sue tredici scuole il Comune col maggior numero di istituti ammessi alla ripartizione delle risorse.

«Siamo soddisfatti del risultato ottenuto – commenta il sindaco Maurizio Bruno in una nota – perché la sicurezza dei ragazzi nelle nostre scuole è sempre stata per noi una delle priorità inderogabili. E queste non sono parole o buone intenzioni, ma fatti concreti. Solo lo scorso 3 dicembre abbiamo approvato in giunta i progetti per la sostituzione degli infissi, vecchi e pericolosi, di ben nove scuole, per interventi da 50mila euro a plesso. Oggi incassiamo il via libera dal Governo per le indagini diagnostiche in tredici istituti. Un risultato per nulla scontato dal momento che diversi altri Comuni, purtroppo, ne sono rimasti esclusi, e solo 51 domande su 133 sono state accolte».

L’annuncio del primo cittadino segue diverse polemiche piovute sull’amministrazione nei mesi scorsi. Ad aprile, proprio in materia di finanziamenti per la sicurezza delle scuole e a pochi giorni, quindi, dal crollo del solaio della scuola elementare “Pessina” di Ostuni, il segretario cittadino di Fratelli d’Italia Michele Iaia tuonava contro il centrosinistra al governo cittadino, colpevole di non aver partecipato al Piano regionale triennale di edilizia scolastica 2015/2017.

«L’Amministrazione comunale – scriveva Iaia - si conferma superficiale, incapace di assumere scelte strategiche e di recepire fondi per i servizi al cittadino e per il patrimonio comunale. Essa rimane inerte e in stallo rispetto alla concreta gestione del patrimonio comunale immobiliare. Nemmeno i recenti episodi di cronaca, da ultimo il crollo parziale del solaio in una scuola elementare di Ostuni sono riusciti a ridestare da uno stato di afasia politico-amministrativa la maggioranza di centrosinistra a Francavilla Fontana».

A quelle dichiarazioni risponde idealmente, dopo mesi, lo stesso sindaco che, incassata la bella notizia, commenta: «Tutto questo è il risultato di un silenzioso e costante impegno personale e degli uffici su un fronte, quello della sicurezza nelle scuole, che – chiosa Bruno - non ha colori politici o appartenenze».
Mercoledì 16 Dicembre 2015 - Ultimo aggiornamento: 09:18