India, picchia la bimba di 10 mesi così forte da romperle la testa: educatrice incastrata dal video

Educatrice picchia la bimba di 10 mesi così forte da romperle la testa
Una violenza inutile e crudele su una bambina di soli dieci mesi, proprio lì dove la piccola avrebbe dovuto essere protetta e coccolata: l'asilo nido. Nelle incredibili scene riprese dalle telecamere di sicurezza dell'istituto, si vede l'educatrice colpire più volte la piccola alla testa, colpi rivelatisi talmente forti da aver procurato un coagulo di sangue e una frattura al cranio per la bambina.

Ritisha era stata portata dai suoi genitori alla Purva Nursery di Mumbai, ma a papà Rajat Singh, 31 anni, e sua moglie Ruchita, 29, era stato assicurato che sarebbe stata al sicuro proprio perché nel nido erano state installate delle telecamere a circuito chiuso. La giovane coppia si è insospettita quando ha visto un livido sotto l'occhio della bimba, per poi trovare lividi anche sulla schieda e dietro le orecchie. Per il medico, si trattava chiaramente di segni di percosse, che il filmato ha poi confermato. 

Ruchita ha detto: "Ha riportato una frattura nel cranio e c'era un coagulo di sangue. Siamo andati dritti al nido e abbiamo chiesto di vedere i filmati a circuito chiuso, ma il proprietario ci ha detto di presentare una denuncia della polizia prima. Solo il giorno successivo abbiamo visto, insieme alla polizia, quello che era successo a  nostra figlia".
Il marito Rajat ha aggiunto: "Non potevamo credere ai nostri occhi. E' stato disumano".

Sia l'educatrice, la  39enne Afsana Shaikh, chee il proprietario del centro, Priyanka Nikam, sono stati arrestati.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 27 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 29-11-2016 09:10
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti