Brindisi, estate a valanga
arrivano 600 idee al Comune
BRINDISI - Solo una piccola parte sarà realizzata in questi mesi estivi, gli altri serviranno come data base per i diversi periodi dell’anno, compreso Natale, carnevale e giugno 2014. Le proposte giunte al Comune di Brindisi per le manifestazioni da organizzare in estate e nell’arco di tutto l’anno sono al vaglio della commissione organizzata e presieduta dal sindaco Mimmo Consales, composta da Lele Amoruso (sociologo) e Carmelo Grassi ( direttore artistico Nuovo Teatro Verdi). Le buste arrivate all’ufficio di Palazzo di città sono ben 229 per circa 600 progetti presentati. In ciascuna offerta infatti, sono state proposte diverse iniziative. Hanno partecipato dalle associazioni alle società sino anche a singoli privati. Ci sono state buste in cui all’interno venivano offerte oltre 15 manifestazioni. Pacchetti completi insomma. I candidati che hanno partecipato alla manifestazione d’interessi voluta dal primo cittadino, sono provengono da Brindisi, dalla provincia ma anche da fuori.

La commissione esaminatrice, nominata da Consales e da lui presieduta, è a lavoro da circa dieci giorni. L’estate è già iniziata, e molto probabilmente delle iniziative proposte solo poche vedranno la luce, visto che il tempo a disposizione è ormai poco. Troppo tardi per bloccare qualche big. Oltre al tempo, bisogna fare i conti con l’approvazione del bilancio slittata a fine settembre. Rinvio che non permette di fare una previsione di spesa precisa. Allo stato attuale non si conosce la disponibilità economica dell’Amministrazione per l’organizzazione degli eventi, e in tempo di crisi non è il caso di incorrere in variazioni di bilancio successive.

Il sindaco assicura che qualcosa ci sarà, e che si concentrerà nel mese di agosto nelle settimane a cavallo di ferragosto oltre a due grandi eventi e qualche manifestazione nei quartieri, intanto si sta programmando per i mesi futuri. Si tratterà di piccoli eventi che si realizzeranno sul lungomare Regina Margherita, iniziative per far vivere la zona restituita alla città dopo due anni di lavori. Un modo per riunire la comunità e dare l’opportunità per chi resta a casa di vivere qualche ora di spensieratezza.

Il bando per partecipare alla manifestazione d’interesse è scaduto il 19 aprile scorso, era stato prorogato di tre settimane perché in principio i termini era stati fissati nel mese di marzo. La commissione è ancora al lavoro iniziale. Le buste sono state tutte aperte, i progetti sono stati sintetizzati e schedati, ma ora bisognerà entrare nel merito e stabilire quali accogliere e quali rigettare. La scelta è a discrezione della commissione e l’ultima parola spetterà al sindaco Consales. Per il momento è stata fatta una sintesi, l’opera di schedatura è finita, ma ancora c’è un gran lavoro da fare tutti i progetti vanni esaminati.
Qualità e disponibilità di spese dovrebbero essere i criteri per la scelta, oltre ovviamente alla tempistica per organizzarli, almeno per quelli che riguardano l’estate. Gli altri invece finiranno in un archivio per essere presi in considerazione in un altro tempo. Il sindaco ha infatti precisato che il bando riguardava diversi periodi dell’anno non solo l’estate.
Tra le offerte sono state presentate diverse proposte, generi per tutti i gusti e per tutte l’età. Dagli spettacoli musicali (gruppi locali e big nazionali) agli artisti di strada, dal teatro alle mostre sino al modellismo. Iniziative anche per il carnevale, fiere e rievocazioni storiche.
Per ora non ci sono molte indiscrezioni sulle scelte, in settimana verrà fuori qualcosa d’altronde ormai i tempi si stringono. Risorse e bilancio a parte, il sindaco precisa che per questa estate saranno necessari almeno 200 mila euro.
Martedì 25 Giugno 2013 alle 16:03