Copertino, nuove atrocità sugli animali:
cane legato e chiuso da giorni in un buco
COPERTINO (7 giugno) - Un'altra storia di atrocità commesse ai danni degli animali. Un altro cane, un povero randagio, seviziato da uomini senza scrupoli. E' accaduto a Copertino (Le), dove in seguito ad una segnalazione i veterinari della Asl hanno ritrovato, l'altro ieri,
un cane meticcio maschio, di un anno, senza microchip, avvolto in una rete poi infilato tra le pietre di un muretto a secco (come mostra la foto).

Si tratta di una rete utilizzata per la raccolta delle olive. Avvolto lì dentro, legato e gravato da alcuni massi, il cane era costretto da giorni in un buco ricavato all’interno di un muretto a secco. Vittima di una folle tortura.

La bestiola è stata ritrovata in una campagna nei pressi di un rudere, in località “Pappo”, a Copertino. Il cane è stato soccorso dal dirigente veterinario dell’Asl di Copertino, Giovanni Madaro, e dall’ispettore Muya, del servizio veterinario. Il cane, che non è in pericolo di vita, è stato liberato e ricoverato presso il canile di Copertino, preso in consegna dalla responsabile locale dell’Enpa, Lucia Colapietro.

Ma a rendere più inquietante il quadro di questa già aberrante vicenda, è il fatto che la bestiola tenuta in condizioni disumane sia stata rinvenuta nella stessa campagna dove nello scorso gennaio venne ritrovata una cagnetta, insanguinata, vittima di sevizie compiute con un rastrello che causarono alla bestiola abrasioni e lesioni agli organi genitali. Il frutto di una depravazione inaudita e sconcertante. In quell'occasione lo stesso prioprietario del cane, un 70enne del posto, venne denunciato dai carabinieri per maltrattamenti.

Fu lui stesso a presentarsi al canile di Copertino per chiedere e ottenere l’adozione di quella piccola cagnetta. A distanza di mesi, ancora un’altra storia ripugnante, sempre all’interno dello stesso terreno. La posizione dell’uomo, pertanto, è al vaglio dei carabinieri della Tenenza di Copertino, che stanno indagando su questo episodio.

Pene più severe per chi maltratta gli animali o maggior rigore nell'applicare le norme dle Codice che già ci sono? Vota il nostro sondaggio

Lunedì 07 Giugno 2010 alle 19:55